8 Febbraio 2023

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

McLaren, la dura lettera di Zak Brown rivolta alla F1

Brown addio frustrante Ricciardo
Zak Brown, a.d. McLaren, ha pubblicato sul sito del team di Woking una dura lettera, soprattutto per i team "B" e le pressioni dei team "A".

La lunga lettera pubblicata sul sito ufficiale del team di Woking sembra non lasciare dubbi o perplessità; l’a.d. McLaren Zak Brown, nella lettera, ha infatti criticato duramente sia la questione legata al budget cap che ciò che riguarda i cosiddetti team “B”. Una critica forte quella fatta da Brown, non solo rivolta ai team ma rivolta a quella F1 che cambia e si trasforma allontanandosi sempre più da ciò per cui è nata.

La lunga lettera di Zak Brown e le critiche ai team “B”

Una lunga lettera quella scritta e pubblicata dall’amministratore delegato del team di Woking (qui il link); una lettera in cui vengono affrontati diversi argomenti, tra i quali saltano all’occhio due delle più discusse questione dell’attuale F1, ovvero team B e budget cap.

L’altro argomento scottante affrontato da Brown è invece relativo a cosiddetti team “B”; una stoccata pesante quella tirata dall’uomo McLaren che, senza fare nomi, accusa le scuderie colleghe di usufruire e ricevere un trattamento diverso. I top team infatti traggono un vantaggio sia economico che tecnico dai loro clienti, vantaggio che è consentito dalle regole.

lettera zak brown
Toto Wolff e Lawrence Stroll – Photo Credit: Mercedes-AMG Petronas F1 Team Official Twitter Account

I regolamenti consentono un vantaggio a chi dispone di un team “B”; questo però non è in linea con il principio di una F1 formata da un gruppo di veri Costruttori che competono tra loro alla pari. È uno scenario che sminuisce ciò che significa essere un team di F1; sport che dovrebbe essere composto da dieci veri Costruttori che ad eccezione di power unit e cambio, devono essere in grado di progettare e produrre il resto delle componenti. […] In poche parole, la situazione attuale consente ai team “B” di essere competitivi rispetto ai team che sono veri Costruttori, e ai team A di essere competitivi grazie anche al vantaggio di poter avere un team “B”. Questa non è F1. Tutto ciò non è coerente con uno sport equo basato sul merito individuale della squadra. Non lo ammetteranno mai, ma è capitato che un team votasse contro i propri interessi pur di soddisfare il team “A”.

Zak Brown

Budget cap: la scelta che ha consentito alla F1 di rialzarsi

L’a.d. McLaren è stato uno di quelli che ha apprezzato l’introduzione di un tetto limite di spese; grazie ad esso infatti, il team di Woking è riuscito ad affrontare al meglio la strada per tornare tra i grandi. Nella lettera però si legge anche la forte critica verso quei team che fanno pressione alla FIA affinché il budget cap sia aumentato.

La nostra opportunità di essere competitivi è stata rafforzata con l’introduzione del budget cap, il limite di spesa che quest’anno ammonta a 140 milioni di dollari. Inoltre, i nuovi regolamenti finanziari, offrono sia a noi che alla F1 un quadro più equo in cui poter competere; il vantaggio avuto per anni dai team che si sono potuti permettere spese maggiori è infatti inevitabilmente ridotto. Dobbiamo fare in modo di continuare su questa strada.

Zak Brown
zak brown lettera
Zak Brown – Photo Credit: McLaren Official Twitter Account

Alcuni team cercano ancora scuse per aumentare il limite di budget, un modo per provare a vincere i campionati del mondo con i libretti degli assegni. Le continue pressioni fatte da alcune squadre per aumentare il budget cap motivando la richiesta con i danni che si possono riportare nelle Sprint Qualifying mi sembra un chiaro esempio. L’anno scorso abbiamo visto chiaramente che non ci sono stati grossi incrementi di danni a causa delle Sprint Qualifying. È un tentativo di proteggere il loro status competitivo; questi team tengono lo sport in ostaggio da ciò che è meglio per i tifosi e dunque per lo sport in generale.

Zak Brown

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.

Chiara Zambelli

About Post Author