Sprint GP Spagna Vinales
Romano Albesiano sottolinea gli aspetti che Aprilia deve migliorare per arrivare a competere per la vittoria ad ogni singola gara. Manca ancora stabilità e costanza nei risultati.

Romano Albesiano, Direttore tecnico di Aprilia, ammette quelli che sono i punti deboli di Aprilia da migliorare per poter puntare al titolo MotoGP, che sembra momentaneamente un affare solo di Ducati: “Stabilità e coerenza delle prestazioni, questo è ciò che dobbiamo trovare”. Il salto va fatto su più fronti, sia qu quello tecnico ma anche su quello umano del lavoro svolto nel box se si vogliono veramente concretizzare grandi risultati.

Albesiano e Aprilia: “Dobbiamo essere più bravi a gestire le situazioni variabili”

Come hanno dimostrato i risultati in pista (basta guardare alle due vittorie di Maverick Vinales) ad Austin, Aprilia è una moto veloce e ha un grande potenziale, ma continua ad essere carente in costanza di rendimento, il punto debole che la Casa di Noale si sta portando dietro. Dopo un weekend amaro a Jerez de la Frontera la casa veneta deve continuare a lavorare sodo per migliorare i suoi punti deboli, che condizionano il rendimento in gara dei piloti. Romano Albesiano, l’ingegnere capo di Aprilia Racing ha svolto un grandissimo lavoro negli ultimi anni e la RS-GP è divenuto un prototipo molto ambito, mettendo fine alle voci dei detrattori che non ci avrebbero puntato nemmeno un euro. Albesiano ha così spiegato cosa manca alla RS-GP e ai suoi uomini per puntare al titolo MotoGP.

In generale sono soddisfatto della prestazione, ma dobbiamo essere più bravi a gestire le situazioni variabili, come è successo qui, perché abbiamo rovinato il weekend di qualifiche. Sapevo che le previsioni prevedevano pioggia sabato mattina in qualifica. Dobbiamo essere più bravi a gestire queste cose… Stabilità, coerenza delle prestazioni, questo è ciò che dobbiamo trovare“. – Ha affermato Albesiano a Motosan.es

Aprilia 2023 2024 Vinales
Photo Credit: Aprilia Racing Facebook

In MotoGP la concorrenza è tanta e per vincere in questo momento bisogna essere un passo avanti alla Ducati, non solo in termini tecnici di evoluzione della moto, ma anche all’interno del box: “Scelte, conoscenza della reazione della moto e magari piloti che si adattano un po’ prima. Conoscenza della gomma, perché rispetto ad altri team abbiamo iniziato a studiare la gomma, ma abbiamo cominciato un po’ più tardi. Quindi in certe cose dobbiamo ancora recuperare“.

Dietro a Ducati, quindi, è Aprilia o KTM la seconda Casa del Campionato?: “I giornalisti fanno queste classifiche, noi non le facciamo. Dico solo che l’anno scorso, e anche quest’anno, l’Aprilia ha vinto delle gare contro la KTM. Quindi non so se KTM sia il primo rivale della Ducati. Per Maverick è fondamentale trovare l’equilibrio tra il modo in cui lavorano la gomma anteriore e quella posteriore. KTM è sicuramente un riferimento. Penso che siamo a un buon livello e sicuramente non siamo ancora in grado, come dicevo prima, di superare gli altri in partenza. I piloti ci chiedono di poter migliorare la partenza“. – Ha concluso Romano Albesiano

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🖥 Google News, per rimanere aggiornato sulle news direttamente dal tuo discovery.

Deborah Lazzaro

About Post Author