Perez critica Imola
I piloti devono fare i conti anche con i penalty points: ecco chi è più a rischio squalifica dopo il GP di Cina, quinta gara del 2024.

Il mondiale di F1 2024 si appresta ad affrontare la sesta di 24 gare, ma dopo il GP di Cina la situazione dei penalty points è ben diversa da quella di partenza. Sono quattro infatti i piloti che sembrano rischiare maggiormente, due dei quali della stessa scuderia. Arrivare a quei 12 punti di penalità sulla Superlicenza che implicano la squalifica non sembra infatti così difficile per come sono state gestite le sanzioni finora.

Penalty points 2024: la situazione dopo il GP di Cina

In un mondiale di F1 i piloti devono tenere conto anche dei penalty points e dopo sole cinque gare dall’inizio, la situazione post GP di Cina 2024 è ben diversa da quella di avvio stagione. Ogni azione scorretta che i piloti compiono in pista può infatti essere ritenuta tale dai Commissari non solo in termini di penalità di tempo o di posizioni in griglia. Ai piloti possono essere dati dei punti di penalità sulla Superlicenza e, al raggiungimento dei 12 penalty points, scatta la squalifica per un GP.  Cos’è cambiato dopo i primi cinque appuntamenti?

penalty points 2024 dopo cina
Photo Credit: Aston Martin F1 X

A guidare la classifica dei “bad boys” resta Sergio Perez; il pilota messicano di casa Red Bull ha infatti 8 punti di penalità, cifra che non è aumentata dopo la sanzione ricevuta in Arabia Saudita. Preoccupanti sono comunque le scadenze; i punti restano infatti attivi per un anno da quando vengono comminati e il primo, per Perez, non scadrà prima di settembre. Al pilota messicano si aggiunge Logan Sargeant, anche lui con 8 punti sulla sua Superlicenza. Ai 6 di inizio stagione ne sono infatti stati aggiunti due dopo l’ultimo GP di Cina; per il pilota della Williams servirà dunque la massima attenzione. Anche per lui, come per Perez, i primi punti scadono a settembre

Resta al terzo posto, ma con più punti, Lance Stroll, adesso a quota a 7 dopo la sanzione giunta per l’incidente causato nel corso della gara in Cina. Il canadese di casa Aston Martin dovrà però attendere luglio prima di poter vedere ripulirsi una parte della sua “fedina”. A far compagnia a Stroll scala la classifica Fernando Alonso; partito da zero a inizio stagione, lo spagnolo si ritrova con ben 6 penalty points dopo appena 5 gare. Al due volte iridato sono infatti stati assegnati 3 punti di penalità in due occasioni, in Australia e in Cina. Un andamento “pericoloso” che potrebbe ben presto portare l’asturiano a diventare primo in una classifica dove si preferisce essere ultimi. 

penalty points 2024 dopo cina
Photo Credit: Red Bull Content Pool

Alla lista si aggiunge inoltre Kevin Magnussen, che dopo i 3 punti ricevuti a Jeddah e i 2 a Shanghai si ritrova così ad occupare l’ultimo posto della top 5. Lascia invece la classifica dei penalty points Carlos Sainz; lo spagnolo a inizio stagione ne aveva 2 sulla sua Superlicenza, ma entrambi erano in scadenza con l’arrivo del GP d’Australia. Lo spagnolo raggiunge così il suo compagno di scuderia Leclerc a zero, insieme ai due McLaren, ai due Alpine e ad Alexander Albon. Il posto di Sainz lo prende, poco volentieri, Daniel Ricciardo che, oltre al danno, nel post Cina si ritrova anche con la beffa

Penalty points: la situazione

PILOTAPENALTY POINTSPUNTI-MOTIVO-SCADENZA
Sergio Perez8-1pt: incidente, Singapore 2023 – 17/09/2024
-2pt: incidente, Giappone 2023 – 24/09/2024
-2pt: sorpasso regime SC, Giappone 2023 – 24/09/2024
-2pt: incidente, Abu Dhabi 2023 – 26/11/2024
-1pt: unsafe release, Arabia Saudita 2024 – 9/03/2025
Logan Sargeant8-2pt: incidente, Italia 2023 – 3/09/2024
-2pt: incidente, Giappone 2023 – 24/09/2024
-2pt: sorpasso regime bandiera gialla, Messico 2023 – 17/10/2024
-2pt: sorpasso regime Safety Car, Cina 2024 – 21/04/2025
Lance Stroll7-2pt: incidente, Gran Bretagna 2023 – 9/07/2024
-3pt: sorpasso regime doppia bandiera gialla, Las Vegas 2023 – 17/11/2024
-2pt: incidente, Cina 2024 – 21/04/2025
Fernando Alonso6-3pt: guida potenzialmente pericolosa, Australia 2024 – 24/03/2025
-3pt: incidente, Cina 2024 – 20/04/2025
Kevin Magnussen5-3pt: incidente, Arabia Saudita 2024 – 9/03/2025
-2pt: incidente, Cina 2024 – 21/04/2025
Lewis Hamilton4-2pt: incidente, Belgio 2023 – 30/07/2024
-2pt: incidente, Italia 2023 – 3/09/2024
George Russell4-2pt: rientro in pista non sicuro, Monaco 2023 – 28/05/2024
-2pt: incidente, Las Vegas 2023 – 18/11/2024
Nico Hulkenberg3-2pt: incidente, Monaco 2023 – 28/05/2024
-1pt: non rispetto tempo limite con bandiera rossa, Canada 2023 – 18/06/2024
Yuki Tsunoda3-1pt: forzato pilota fuori pista, Spagna 2023 – 4/06/2024
-2pt: incidente, Olanda 2023 – 27/08/2024
Guanyu Zhou2-2pt: incidente, Ungheria 2023 – 23/07/2024
Valtteri Bottas2-2pt: incidente, Messico 2023 – 29/10/2024
Max Verstappen2-2pt: forzato pilota fuori pista, Las Vegas 2023 – 18/11/2024
Daniel Ricciardo2-2pt: sorpasso regime Safety Car, Cina 2024 – 21/04/2025
La situazione dei penalty points 2024 dopo il GP di Cina

LEGGI: “Addio Newey-Red Bull: la situazione e i possibili scenari”

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🖥 Google News, per rimanere aggiornato sulle news direttamente dal tuo discovery.

Chiara Zambelli

About Post Author