sainz penalità gp miami
Carlos Sainz ha ricevuto una penalità di 5 secondi al termine del GP di Miami per aver causato la collisione nella lotta con Oscar Piastri.

Il GP di Miami non si è chiuso definitivamente con la bandiera a scacchi, con alcuni piloti che hanno ricevuto una penalità dai Commissari, tra cui Carlos Sainz. Lo spagnolo è infatti stato investigato al termine della gara per l’episodio che lo ha visto coinvolto in un contatto durante la lotta in pista con Oscar Piastri. Per Sainz sono arrivati 5 secondi di penalità e 1 punto sulla Superlicenza.

GP Miami: penalità per Sainz

Carlo Sainz ha ricevuto una penalità al termine del GP di Miami per il contatto avvenuto nel corso della lotta in pista con Oscar Piastri. I due si sono infatti dati battaglia con lo spagnolo che ha infine avuto la meglio sull’australiano della McLaren. Dopo il contatto tra le due vetture, per Piastri la gara ha però preso una piega diversa. La sua MCL38 ha infatti riportato un danno all’ala anteriore che ha costretto il pilota australiano a rientrare ai box per cambiare tale componente; un episodio che di fatto ha rovinato la sua corsa. I Commissari, al termine della gara, hanno sentito entrambe le parti giungendo poi al verdetto che ha visto comminare una penalità di 5 secondi a Carlos Sainz.

sainz penalità gp miami
Photo Credit: Scuderia Ferrari X

Lo spagnolo perde così una posizione e finisce al quinto posto, alle spalle di Perez; per lui anche 1 punto sulla Superlicenza, il primo. La normale sanzione sarebbe stata, come scritto anche dai Commissari, di 10 secondi e 2 punti di penalità. A favore di Sainz ha però giocato un’attenuante, ossia la leggera perdita del posteriore, motivo per cui i Commissari hanno ridotto la penalità. Assieme allo spagnolo prendono una sanzione anche Stroll e Magnussen. 10 secondi di penalità per il primo per aver tagliato la pista traendone vantaggio e ben 30 per il pilota della Haas. Magnussen ha infatti ricevuto 10 secondi e 2 punti di penalità (che lo portano a quota 10 su 12 prima della squalifica) per aver causato una collisione e un Drive Through (convertito a 20 secondi) per essere entrato in pit lane in regime di Safety Car senza aver effettuato il cambio gomme.

“I Commissari dopo aver esaminato le prove video e sentito le due parti, hanno stabilito che la vettura 55 (Sainz) stava sorpassando la 81 (Piastri) quando ha perso leggermente il posteriore e si è scontrata con la 81. La collisione ha causato danni all’ala anteriore di quest’ultima. Per noi era chiaro che la 55 era responsabile della collisione. Nel tentativo di sorpasso, la 55 ha frenato in ritardo, mancato l’apex e perso il posteriore con conseguente collisione. Sebbene la 81 stesse cercando di girare per contrastare il sorpasso, la vettura 81 ha lasciato spazio sufficiente alla 55. In queste circostanze riteniamo che la vettura 55 sia prevalentemente responsabile della collisione”. – Documento FIA penalità Sainz

LEGGI: “GP Miami: il resoconto della gara”

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🖥 Google News, per rimanere aggiornato sulle news direttamente dal tuo discovery.

Chiara Zambelli

About Post Author