Iannone
Andrea Iannone è sicuro di poter tornare sul gradino più alto del podio. Per farlo chiede a Ducati di aiutarlo a fare quel passo in più.

Dopo un weekend non proprio brillante per il pilota di Vasto, Andrea Iannone ribadisce di essere consapevole del suo livello e del suo potenziale. Questa è la sua prima stagione di ritorno alle corse dopo aver scontato i quattro anni di squalifica. Il pilota del Team Go Eleven sta ancora cercando di adattarsi al meglio ad una categoria che è molto diversa dalla MotoGP.

Iannone: “Penso di poter vincere, ma ho bisogno di lavorare e provare di più”

Con un sabato segnato da una caduta a seguito di un errore, e una domenica in crescita, il bottino che Andrea Iannone si è portato a casa dal GP di Assen non è dei migliori. Nonostante questo, durante Gara2 “The Maniac” ha dimostrato che la voglia ed il ritmo per rimanere con i primi ci sono. Come riportato da GPone, secondo lo stesso pilota, la prestazione vista in pista domenica poteva permettergli di arrivare a podio ma l’assenza di dati su cui basarsi lo ha costretto ad “improvvisare” un assetto poco prima della partenza:

“Con una sessione interamente sull’asciutto saremmo arrivati sul podio. In griglia ho dovuto cambiare la mappa, la trazione e tutto il resto. Le prove le ho fatte nel momento in cui sono andato in griglia a schierarmi. Il fatto è che non avevo dati su cui basarmi e non ho potuto che fare tutto all’ultimo.”

iannone
Photo Credit: WorldSBK.com

In questo momento Andrea Iannone soffre anche il fatto di non potersi affidare troppo ai dati dei suoi compagni di scuderia. A detta del pilota infatti, Bulega avrebbe uno stile di guida molto diverso dal suo, rendendo la condivisione dei dati pressoché inutile. Bautista invece sarebbe il miglior candidato da cui prendere ispirazione, ma la differenza di peso tra i due piloti fa si che i set-up della moto siano troppo differenti tra di loro. Alla luce di ciò, è Iannone stesso a fare un appello a Ducati:

Penso di poter vincere, ma ho bisogno di lavorare e provare di più. […] Ho bisogno di qualcosa in più e questo Ducati lo sa. Ho parlato con Dall’Igna, Domenicali e Zambenedetti per spiegare la mia situazione. Dentro di me ho la consapevolezza di dove sono e di ciò che posso dare.”

Il pilota di Vasto è sicuro che Ducati cercherà di aiutarlo sotto questo punto di vista, e sottolinea come lui si senta bene all’interno del team e ci sia grande fiducia da entrambe le parti:

“In Ducati tutti mi vogliono bene e sono convinto che mi aiuteranno perché conosco il potenziale che hanno. Mi sento coccolato e non posso lamentarmi.”

Tieni il mondo della WorldSBK sempre sotto controllo leggendo le nostre:

NEWS – APPROFONDIMENTI – RISULTATI GARE

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🖥 Google News, per rimanere aggiornato sulle news direttamente dal tuo discovery.

Beatrice Vanzella

About Post Author