Il team manager di Ducati Pramac Gino Borsoi afferma che la cosa più importante per il suo team è stata creare un'atmosfera piacevole al box.

Gino Borsoi ripercorre il suo spaziale primo anno in MotoGP come team manager di Ducati Pramac ai microfoni del podcast ufficiale della MotoGP. Ed ecco che ci ha svelato il segreto del successo del team satellite di Ducati: l’ottima atmosfera creata nel box, che va oltre tutto ciò che riguarda il mero aspetto tecnico.

Borsoi: “Non si tratta solo della moto. Si tratta di quanto bene la squadra lavora assieme”

Il Team Pramac Racing ha decisamente fatto il botto in questo 2023, centrando ben 5 vittorie nelle gare tradizionali e 9 nelle Sprint, oltre ad una lunga serie di podi. Ha portato a casa la vittoria del mondiale a squadre e ha lottato per il titolo MotoGP fino all’ultimo round di Valencia, e per un breve tratto Jorge Martin è stato in testa al campionato. Questo non sarebbe probabilmente accaduto senza l’arrivo del team manager Gino Borsoi, che è riuscito a colmare al meglio quel vuoto lasciato da Francesco Guidotti nel passaggio in KTM, riuscendo a fare da collante tra piloti, staff tecnico e vertici di Borgo Panigale. Direi il migliore degli esordi al primo anno in Classe Regina dopo l’ esperienza nelle classi Moto2 e Moto3 con il team Aspar di Jorge Martinez.

Borsoi è riuscito a creare un’ottimo ambiente di lavoro nel box Pramac, concentrandosi più sul fattore umano che tecnico. Senza contare la disponibilità di ricevere da Ducati il materiale ufficiale e con tempistiche simili a quelle del team factory. “Non devo preoccuparmi troppo di come trovare il giusto assetto per le moto. È una cosa che Ducati e i capitecnici decidono in anticipo a casa“.

Borsoi Pramac
Photo Credit: Prima Prima Pramac Racing X

I piloti Ducati possono inoltre disporre di una grande quantità di dati in condivisione tra i vari team. Utilizziamo esattamente le stesse specifiche della moto del team ufficiale… Ciò significa che possiamo reagire molto più velocemente di quanto, ad esempio, possano fare Yamaha o Honda. Abbiamo una grande quantità di dati. E spesso venerdì sera non siamo lontani da ciò di cui abbiamo realmente bisogno per la gara di domenica“.

Un’aspetto fondamentale per Gino è proprio l’aria che si respira dentro al box, che permette di lavorare al meglio per ottenere il massimo risultato possibile. “Durante un fine settimana di gara le persone del team sanno esattamente cosa devono fare. Ma non si tratta solo di lavorare sulle moto. Si tratta dell’intera atmosfera e di quanto bene la squadra lavora insieme. Questa è la cosa più importante, anche in termini di risultati“. Il principio guida che Borsoi tiene sempre presente nel suo lavoro di team manager è: “Finché non c’è un clima piacevole ai box, non devi pensare a buoni risultati in pista“.

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🖥 Google News, per rimanere aggiornato sulle news direttamente dal tuo discovery.

Deborah Lazzaro

About Post Author