Contatto Verstappen Norris
Dopo il contatto tra Verstappen e Norris durante il GP d'Austria, Peter Windsor commenta l'accaduto: la colpa è del DRS?

Il GP d’Austria ha regalato grandi emozioni ai tifosi, specialmente nei giri finali. Il contatto tra Max Verstappen e Lando Norris, che ha permesso la vittoria di George Russell e della Mercedes, è stato ampiamente commentato.

Contatto tra Verstappen e Norris: le parole di Windsor

Durante gli ultimi giri del GP d’Austria, la gara ha raggiunto un momento di grande intensità con un serrato corpo a corpo tra Max Verstappen e Lando Norris per la prima posizione. Il duello emozionante si è concluso con un contatto tra le due vetture.

Verstappen ha tagliato il traguardo in quinta posizione, mentre Norris è stato costretto al ritiro a causa dei danni eccessivi riportati alla sua monoposto. Non è tardata ad arrivare la penalità di 10 secondi per il campione del mondo in carica, mentre per il pilota inglese nessuna penalità.

contatto Verstappen Norris
Photo Credit: McLaren X

Tra le varie voci a commentare l’accaduto, emerge quella di Peter Windsor. Per il giornalista britannico, la colpa è da attribuire all’uso del DRS.

Max si è comportato come un vero pilota da corsa, non posso criticare il suo comportamento in Austria” ha commentato Windsor sul canale YouTube CameronF1, comeriportato anche da FormulaPassion.it.

Vogliamo che i piloti dicano: “Oh sì, hai il DRS, mi sposto e ti lascio passare”? Sarebbe ridicolo. La colpa è tutta dell’ala mobile: se fossimo nell’epoca delle corse tradizionali, in cui le scie aerodinamiche erano fondamentali, Lando non si sarebbe trovato in quella posizione, in una zona di frenata dove non può passare all’interno ma è comunque tanto più veloce di Max da scegliere di andare a sinistra. Questo succede solo a causa del DRS“.

Contatto Verstappen Norris
Photo Credit: Oracle Red Bull Racing X

Lo dico da anni, il DRS andrebbe abolito. È un dispositivo artificiale che non facilita un vero sorpasso, ma crea solo una grande differenza di velocità tra l’auto davanti e quella dietro, e questo è il problema. Una differenza di velocità così marcata non è mai positiva nelle corse automobilistiche

Il DRS elimina tutta la finezza e l’arte di un vero sorpasso, che richiede pianificazione per due o tre giri o addirittura per 10, 15, 20 tornate. Le corse automobilistiche dovrebbero essere così: pianificare il sorpasso perfetto e realizzarlo nel modo giusto“.

SEGUICI SU:
📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
🖥 Google News, per rimanere aggiornato sulle news direttamente dal tuo discovery.
Irene Barbaro

About Post Author