28 Gennaio 2023

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

“Uccio” Salucci soddisfatto del primo anno del Mooney VR46 Racing Team

Dopo l’esordio in MotoGP del Mooney VR46 Racing team, il direttore della squadra Alessio “Uccio” Sallucci ha tratto un bilancio che non può che essere positivo. Luca Marini e Marco Bezzecchi sono stati autori di una ottima stagione, in crescendo, soprattutto nel finale.

Le parole di “Uccio” sul Mooney VR46 Racing Team

Un anno importante quello dell’esordio del team Mooney VR46 Racing Team in MotoGP con Marco Bezzecchi che ha ottenuto il suo primo podio in classe regina e Luca Marini è migliorato costantemente durante la stagione, dopo un inizio difficile dovuto a una Desmosedici GP22 non semplice da gestire.

Se qualcuno mi avesse detto a febbraio di quest’anno che avremmo fatto una stagione così, avrei firmato con il sangue. Sono davvero soddisfatto. Abbiamo lavorato sodo su tutti i fronti, soprattutto a casa. Sono orgoglioso della nostra gente e dei nostri piloti. Anche Valentino (Rossi) è molto felice

La prima cosa da fare dopo una stagione positiva è riconfermarsi per poi trovare le forze anche per migliorarsi. Quest’anno il team di Valentino Rossi avrà due moto del 2022, decidendo di acquistare una GP23 per Luca Marini. I piloti dovranno lavorare sul pacchetto che ha portato Francesco Bagnaia a conquistare il titolo del mondo nel 2022. Ci sono i presupposti per cui la stagione 2023 possa essere ancor più positiva per Bezzecchi e Marini. “Uccio” continua così nell’intervista ai colleghi di Speedweek.com.

Il bilancio è super positivo: Bez è il debuttante dell’anno, Maro è stato sempre velocissimo, soprattutto nelle ultime gare della stagione. Bez è salito sul podio e siamo arrivati quarti un paio di volte. Come squadra, siamo finiti non molto indietro rispetto al team ufficiale Suzuki e davanti a Repsol Honda. Sono davvero felice, ma allo stesso tempo sono una persona che non potrà mai godersi una situazione come questa. Perché bisogna sempre cercare di continuare a lavorare, migliorare e trovare qualcosa per essere migliore l’anno successivo. Grazie anche a Ducati per averci dato moto davvero impressionanti. Quando hai moto come questa, così veloci e così “facili” da guidare, tutto va meglio

Piloti “coltivati”

Il vivaio della VR46 sta portando i propri frutti. Dopo i titoli in Moto2 con Morbidelli e Bagnaia, è arrivato il primo campionato MotoGP con “Pecco” proprio nel 2022. Un traguardo importante, rimarcato dal team director “Uccio” Salucci.

La nostra squadra è ancora molto giovane, viene dalla Moto2, per intenderci. Crediamo nei ragazzi che lavorano con noi perché ne conosciamo il valore, anche se all’inizio abbiamo faticato un po’ per mancanza di esperienza. È davvero un bel progetto, anche perché è con i nostri piloti con cui lavoriamo da quando erano ragazzini. Ho tenuto Luca tra le mie braccia per la prima volta quando aveva due giorni. Questo lo rende molto speciale. Prendiamo questi ragazzi sotto la nostra ala quando sono giovani. Li stiamo crescendo e speriamo che diventino forti. Il lavoro che c’è dietro è difficile da immaginare. Non voglio criticare quello che fanno gli altri, sto solo spiegando come lo facciamo noi

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.
👔 LinkedIn, rimani aggiornato sulle nostre offerte e contenuti.
Simone Massari

About Post Author