9 Febbraio 2023

Rossomotori.it

Il motorsport raccontato fino all'ultima curva

Ferrari entra in una nuova organizzazione voluta da Vigna

Red Bull Ferrari minaccia 2022
Ferrari attua una nuova organizzazione nei propri piani a seguito di un piano di transizione ecologica, voluta dal CEO Vigna.

Benedetto Vigna, CEO della Ferrari, ha chiamato due esperti di STMicroelectronics per costruire una nuova organizzazione aziendale e lanciare il brand più famoso al mondo nella fase della transizione ecologica. Di seguito i nomi dei nuovi volti e la figura di Binotto compresa in questa rivoluzione.

Ferrari cambia sempre di più con la nuova organizzazione

L’obiettivo principale è quello di rivedere le proprie partnership, creare un nuovo piano strategico e portare la Ferrari fuori dall’isolamento in cui si trova non essendo parte di un grande gruppo industriale come lo era una volta. Adesso, Benedetto Vigna si è affidato agli esperti di STMicroelectronics e punta tutto sulla transizione ecologica che toccherà tutti i marchi automotive da qui al breve futuro.

Ferrari Logo
Evento Cavalcade Ferrari 2018 Monte Bianco – Photo Credit: Ferrari Media Center

Vogliamo spingere più avanti i confini in tutte le aree, utilizzando la tecnologia in una modalità unica e propria di Ferrari. La nuova organizzazione migliorerà la nostra agilità, essenziale per cogliere le opportunità di fronte a noi in questo scenario in rapida evoluzione.

Benedetto Vigna, CEO Ferrari

Ecco i nuovi volti dell’organizzazione Ferrari di Vigna

Di seguito sono elencati tutti i nomi toccati da questa nuova organizzazione del marchio Ferrari, come riportato da Motorsport.com Italia:

  • Gianmaria Fulgenzi è nominato Chief Product Development Officer, in seguito a un percorso in Ferrari iniziato nel 2002 e in cui ha ricoperto diversi ruoli nello sviluppo prodotto, nella produzione e più recentemente nella Gestione Sportiva, di cui era Head of Supply Chain.
  • Ernesto Lasalandra, nominato Chief Research & Development Officer, si unisce a Ferrari da STMicroelectronics, dove ha maturato un’esperienza di oltre 20 anni all’interno dell’innovativo settore hi-tech. 
  • Philippe Krief, che già lavora in Ferrari, sarà suo vice e capitalizzerà oltre 35 anni di esperienza nel settore automotive.
  • Silvia Gabrielli, in Ferrari dal 2019 che in precedenza ha lavorato per Microsoft è stata nominata Chief Digital & Data Officer.
  • Davide Abate, in precedenza Head of Technologies e in Ferrari dal 2012, è il nuovo Chief Technologies & Infrastructures Officer.
  • Angelo Pesci che arriva da STMicroelectronics è stata affidata la figura di Chief Purchasing & Quality Officer:  dovrà potenziare le partnership strategiche per portare la Ferrari fuori dall’isolamento in cui si trova non essendo più parte di un grande gruppo industriale.
  • Andrea Antichi è nominato Chief Manufacturing Officer, dopo aver ricoperto l’incarico di Head of Vehicle e aver lavorato in Ferrari dal 2006.
  • Marco Lovati prosegue il suo incarico di Chief Internal Audit Officer. 
  • Sabina Fasciolo continua a svolgere il suo ruolo di Chief Compliance Officer.

Mattia Binotto mantiene il suo ruolo

Mattia Binotto è stato compreso in questo piano rivoluzionario del marchio. Il manager svizzero continuerà la sua avventura a Maranello vestendo il ruolo di Team Principal della Scuderia Ferrari rimanendo a capo della GeS (Gestione Sportiva). Flavio Manzoni sarà ancora a capo del centro design.

SEGUICI SU:

📱 Facebook, la nostra pagina ufficiale.
📸 Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
🎙 Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
📹 YouTube, per gustarti tutti i nostri video.

Raffaello Caruso

About Post Author