Russell GP Stati Uniti
George Russell ansioso di dispitare il GP degli Stati Uniti. Il pilota della Williams ha sempre apprezzato il circuito del COTA.

La F1 torna negli Stati Uniti dopo una pausa forzata durata ben due anni a causa del Covid. Di questo ritorno è felice l’alfiere della Williams, e futuro pilota Mercedes, George Russell il quale ha comunicato la sua gioia nel poter tornare a gareggiare sul tracciato del COTA.

Russell e l’amore per il GP degli Stati Uniti

Nella playlist della settimana di George Russell sarà sicuramente presente la canzone Born in the USA, per celebrare il ritorno del GP degli Stati Uniti assente da due stagioni dal panorama della F1. L’alfiere della Williams ha sempre apprezzato questo particolare circuito che si contraddistingue per i lunghi rettilinei, le curve veloci ed i numerosi sali e scendi. Tutti dettagli che lo rendono uno dei tracciati più caratteristici del campionato. Ma non è tutto ora ciò che luccica, infatti molti piloti della MotoGP, che hanno recentemente corso qui, si sono lamentati dell’asfalto dissestato del COTA, ma questo non sembra impensierire George Russell che commenta così:

Il Circuito delle Americhe è una pista incredibile e l’intero weekend in Texas è un’esperienza incredibilmente bella. Austin è sicuramente una delle mie piste preferite del calendario e sono davvero entusiasta di tornare negli Stati Uniti. Come circuito, il COTA è molto caratteristico: è veloce e scorrevole, ma ho sentito che l’asfalto era dissestato nell’ultima gara di MotoGP, e questo aggiunge pepe alla sfida. Tutto sommato, non vedo l’ora di correrci.

SEGUICI SU:

Facebook, la nostra pagina ufficiale.
Instagram, foto a sfondo motoristico e non solo!
Spotify, per ascoltare il meglio dei podcast in cuffia.
YouTube, per gustarti tutti i nostri video.

Raffaello Caruso

About Post Author